Come aumentare la “sensibilita’ delle casse da 8 ohm

Risposta ai morsetti di una resistenza da 6,8 ohm collegata all'autotrasformatore nella speciale configurazione +3 dB
Risposta ai morsetti di una resistenza da 6,8 ohm collegata all’autotrasformatore nella speciale configurazione +3 dB Mi riferisco al possibile uso dell’autotrasformatore, nato per l’uso con il Woofer AP SD4/11W, per aumentare la sensibilità di casse da 8 ohm. Oggi abbiamo effettuato molte misure per verificare la possibilità di collegare l’autotrasformatore in modo tale da guadagnare 3 dB di livello presentando all’ampli una impedenza metà, a parità di amplificatore. Risposta ai morsetti di una NPS-1000 collegata all’autotrasformatore nella configurazione +3 dB Per ottenere questi risultati (che ovviamente non piaceranno ai… Leggi

Manuale Bass-PC 3.0

parametri-small-tabella-150x150
Manuale d’uso per Bass-PC 3.0 di Pierfrancesco Fravolini CARATTERISTICHE DEL PROGRAMMA 1 – La nuova struttura del programma, con i menu in parallelo è più intuitiva e quindi facile da usare. Quest’ultimo inoltre è autoesplicativo ed autodocumentante. 2 – L’ottimizzazione delle procedure di tracciamento, inizialmente introdotte per velocizzare i calcoli sul C-64, ha portato ad un notevole incremento di prestazioni nel disegno delle curve, rispetto alle precedenti versioni MS-Dos 3 – è possibile sovrapporre più grafici e cambiare il titolo del disegno. Ogni progetto ed ogni schermata grafica sono numerati… Leggi

Rilevazione parametri T&S

no-photo
“…Quanti watt deve erogare l’ampli collegato all’oscillatore?…” E’ un problema di Volt… Se la misura viene fatta con un voltmetro in grado di misurare correttamente le decine di mV, ad esempio, (ovvero 0,01 V) e si tara il sistema perché ad ogni 10 mV corrisponda 1 ohm, allora (per poter fare la misura con 3000 ohm in serie ad una impedenza che potrebbe scendere anche ad un valore minimo di 3 ohm…) l’ampli deve poter erogare almeno 0,010 x 3003 : 3 = 10 Volt, corrispondenti a 12,5 Watt su… Leggi

La compensazione dell’impedenza

no-photo
Da Costruire Hi-Fi n° 68 (n.1 – 2004). Costruire Hi-Fi è la rivista che più di ogni altra offre articoli particolarmente interessanti ed approfonditi su argomenti di sicuro interesse per tutti gli autocostruttori di apparecchi Hi-Fi. La Compensazione dell’impedenza degli altoparlanti e altre storie. di Alberto Maltese Puoi sfogliare il flipbook e scaricare il pdf.… Leggi

Altoparlanti in serie/parallelo

no-photo
Immaginiamo di avere sei altoparlanti uguali da 8 ohm ciascuno (devono essere sempre un multiplo di 2) e di collegarli prima in serie in due gruppi di 3 e poi di collegare questi due gruppi in parallelo. Facendo i soliti ragionamenti tradizionali potremmo dire che i due gruppi di tre avranno ciascuno la stessa sensibilità di un altoparlante solo (+ 0,0 dB), ma impedenza 24 ohm. Il sistema finale costituito dai due gruppi in parallelo avrà una sensibilità doppia (+ 6,02 dB) rispetto ad un altoparlante solo, ma impedenza 12… Leggi

Fattore di smorzamento e impedenza d’uscita (compensazione impedenza casse)

no-photo
Un amplificatore a stato solido avente una impedenza interna di 0,1 ohm ha un “fattore di smorzamento su 8 ohm” di: 8/0,1 = 80 Un amplificatore caratterizzato da una impedenza interna (o “di uscita”, che è lo stesso) di 1 ohm (magari perché ha una controreazione molto bassa. Il responsabile non è sempre o solo il trasformatore d’uscita) avrà un fattore di smorzamento su 8 ohm di: 8/1 = 8 Ora applichiamo all’ingresso dei due ampli un segnale tale da leggere alle loro uscite, senza carico, una tensione di 1… Leggi

Guasti in agguato, quando colleghiamo al nostro impianto apparecchi con alimentazione switching

Switching - 1
Switching – 1 La maggior parte dei dispositivi portatili, ed anche alcuni fissi (DVD, VCR…), sono oramai dotati di alimentazioni switching. Si impongono su quelle tradizionali, non per la semplicità, tutt’altro, come è evidente dallo schema molto semplificato che trovate più in basso, quanto per la praticità. E’ possibile pensarle in modo che funzionino sempre con tensioni d’ingresso variabili da 90 a 250V (50-60Hz), senza cambiatensione, avvertenze agli utenti etc etc. e talvolta pesano meno, cosa molto gradita nel trasporto aereo. Però, come sempre “nelle macchine dello umano ingegno” hanno… Leggi

Impedenza d’uscita degli ampli e Ra del Bass-PC

no-photo
Il programma CAD/CAM Bass-PC è stato scritto presupponendo l’impiego di amplificatori ben progettati e costruiti e perciò stesso assimilabili a generatori di tensione ideali (caratterizzati da una resistenza interna RI nulla). Nel mondo reale però, anche se molto spesso la RI può essere considerata trascurabile, nessun amplificatore ha una resistenza interna totalmente nulla. Ove siate interessati ad usare Bass-PC per valutare il funzionamento di un altoparlante, comunque caricato, in abbinamento ad un amplificatore caratterizzato da una resistenza interna non trascurabile (come alcuni a valvole ad esempio), potete agire come segue.… Leggi

La potenza e il suono degli amplificatori

no-photo
Per quanto lontana possa essere una nostra passione dai nostri studi, essa non sarebbe tale se non scatenasse la nostra curiosità, la sete di conoscenza. Nonostante le difficoltà, bisognerebbe proprio farle certe letture tecniche, magari sforzandosi un po’, se non altro prima di pontificare troppo. Quanto al discorso sul dimensionamento degli amplificatori, a nostro parere non sono stati fatti troppi studi ed ascolti controllati sulla percepibilità (e sui diversi comportamenti dei vari circuiti) delle brevi saturazioni impulsive. La musica non è un segnale stazionario. Se è vero come è vero… Leggi
1 3 4 5 6