Le curiosità di Monaco High End 2017 (seconda parte)

Continuiamo questa nostra “passeggiata” tra le novità e le curiosità del Monaco High End 2017.

ruark-audio-logo-cropped-cropped

Sembra quasi che l’ondata di “vintage” scatenata dal ritorno del giradischi stia contagiando pian piano anche gli altri apparecchi hi-fi. C’è un nuovo interesse verso i marchi e prodotti storici, che sembra agiti nuovamente il mercato.

Ma c’è anche chi invece cavalca questa nuova “onda” proponendo prodotti nuovi ma che si ispirano agli anni passati. E’ il caso del marchio tedeco Ruark Audio, che qui al Munich High End ha presentato l’R Seven, ispirato alle radio anni ’60.

dsc09521

L’R Seven è un vero e proprio centro di intrattenimento musicale per la casa; un “mobile” dal gusto raffinato, da mettere in salotto, e non solamente sotto il televisore, dotato di radio DAB, DAB + e sintonizzatore FM con RDS, con ingressi separati per antenna DAB e FM Dispone di funzionalità completa di Internet Radio, lettore CD capace di riprodurre CD-Audio e MP3, Il collegamento Wi-Fi consente la connessione wireless e lo streaming musicale, infine il collegamento Bluetooth consente lo streaming diretto con dispositivi compatibili.

www.ruarkaudio.com

 


logo-sbacoustic

SB Acoustics è nata dalla sinergia di due diverse realtà: la capacità di progettazione di Danesian Audio, azienda ricca di veterani del settore, e la capacità produttiva dell’indonesiana Sinar Baja Electric, che produce trasduttori da più di 27 anni.

dsc09524

Al Munich High End SB Acoustic era presente con tutta la produzione di altoparlanti e degli interessanti kit che potete trovare sul sito.

 

www.sbacoustics.com

 


logo-teac

La  Tokyo Electro Acoustic Company, è uno dei marchi storici dell’hi-fi, alla ribalta fin dalla sua creazione, nel 1953.

Ricordiamo tutti i meravigliosi registratori a bobina del produttore nipponico, caratterizzati sia dal marchio originale TEAC che dal professionale Tascam. Per non parlare dei registratori a cassetta, che davano all’utente consumer la possibilità di avere prodotti di costo contenuto ma caratterizzati dalla stessa cura al dettaglio di sistemi ben più professionali.

Al Munich High End il marchio di Tokyo esponeva due sistemi molto piccoli, come è di moda ora, ma piuttosto interessanti. Il primo è composto dall’amplificaotre integrato AX-501, che è caratterizzato da un preamplificatore analogico completamente bilanciato, a partire dagli ingressi con connessioni XLR, e un amplificatore digitale ad alta potenza, e dal NT-503DAB, che utilizza una coppia di trasformatori di potenza toroidali e chip dual DAC con stadio di uscita in layout simmetrico dual-mono.

dsc09532

 AX-501 e NT-503DAB

La seconda coppia era composta dal  AI-301DA, Con ingresso USB e completamente compatibile con segnali DSD ad alta risoluzione, ed il PD-301DAB, CD player, tuner FM e tuner DAB.

dsc09535

AI-301DA e PD-301DAB

www.teac-audio.eu

 


800px-marantz_logo-svg

L’estetica dei prodotti Marantz non è cambiata. Certo gli amplificatori degli anni ’70 hanno un fascino che rimane, almeno secondo me, insuperato, come  l’estetica di moltissimi prodotti di quell’epoca.

Il prodotto che più mi ha incuriosito è l’NR-1508, un amplificatore audiovideo slim capace di pilotare fino a 5.2 canali con 50 W ognuno. I formati supportati includono DTS-HD Master Audio e Dolby TrueHD.

dsc09541

La connettività è elevatissima: troviamo Ethernet, Wi-Fi e Bluetooth, il supporto a AirPlay e all’ecosistema multi-room HEOS di Denon. Il convertitore DAC permette di riprodurre brani in PCM fino a 192kHz/24-bit e DSD fino a 5,6MHz. I formati supportati da rete locale o USB sono MP3, WMA, AAC, FLAC, ALAC, WAV, AIFF e DSD. Può inoltre funzionare come webradio e supporta tutti i servizi in streaming di Soundcloud, Amazon, Spotify, Pandora, Napster, Tidal, Deezer, e chi più ne ha più ne metta.

www.marantz.co.uk (sul sito italiano ancora non è prsesente)

 


thorens_brand_page_logo

In questo turbinio di giradischi presenti alla mostra non poteva certamente mancare il marchio che è sinonimo stesso di giradischi.

Wikipedia riporta: “La Thorens AG è una casa svizzera operante in passato (in passato? N.D.R.) nel mondo dell’alta fedeltà, produttrice di giradischi ed amplificatori. Altri suoi campi di produzione, meno noti, sono le armoniche a bocca e gli accendini“. Degli accendino ci importa poco, forse un po’ di più le armoniche a bocca. Concentriamoci sui giradischi.

Accanto ad un TD 203, presentato anni orsono ma ancora in produzione, era presente il TD 309, caratterizzato da una moderna forma triangolar-curva, che consente di utilizzare solamente tre punti di appoggio. E’ inoltre dotato di un motore DC  controllato elettronicamente a basso rumore e bassa tensione, della tensione della cinghia regolabile e di piatto in vetro con contropiatto in alluminio. Da ricordare anche il TD209, con la stessa forma triangolare ma con il piatto in alluminio.

dsc09529

Il TD 309

Più in là era esposto un bellissimo TD 907, dall’aria molto “vintage” ma in realtà modernissimo, caratterizzato da un sistema a controtelaio in triCom, un composito di strati di alluminio e polietilene dotato di eccellenti proprietà di smorzamento e rigidità elevata. Per ridurre le vibrazioni, il motore AC sincrono viene montato direttamente sul sottoscocca smorzato. Tale motore aziona il sottopiatto tramite una cinghia di precisione lavorata. Il sotto-telaio è sospeso per mezzo di tre molle coniche che possono essere regolate dall’alto per ottenere una tensione uniforme. Il cuscinetto è in bronzo sinterizzato con un tampone di spinta in Teflon e ottimizzato per una corretta corsa. L’assale in acciaio sostenuto in esso fornisce un attrito molto basso e costante e quindi presenta un carico uniforme al motore.

dsc09531

Il TD 907

www.thorens.com

 

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>